4120 visitatori in 24 ore
 191 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro



Francesco Falconetti

Francesco Falconetti

A volte, così docile, mi lascio cullare.
Questo mutevole vento (che talvolta ritorna),
mi trasporta, così lontano. ... (continua)


La sua poesia preferita:
Zina non conosceva il colore del mare
Zina non conosceva il colore del mare,
coi suoi quindici anni ed una valigia vuota
s'incamminava scalza lungo la polverosa strada di paese che portava al mare.
Nessun amico, nessun perdono,
quegli occhi azzurri d'un azzurro mare
sconfitti e spenti...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Al tramonto, tra le colline di Tissi
A volte il viaggio mi rinfranca le stanche ali:
ho respirato tante volte il sapore del sale
tra le onde profonde del Mediterraneo,
ne ho risalito le correnti verso Nord,
sono venuto a trovarti, tra le colline di Tissi
- tu mi stavi aspettando -...  leggi...

La neve dell’87
Piovevano lacrime di ghiaccio
nell’aprile dell’ottantasette
e la timida primavera nascondeva le rondini
tramortite da quell’assurda persistenza (fatta di neve).
Era il tripudio delle strane circostanze, di noi
che neanche ci conoscevamo poi
che...  leggi...

Desiderio, sai?
Il cuore suonava un valzer nella notte,

tre ninnananna udìi nel profondo dei suoi respiri.

La sinfonia delle...  leggi...

Il mio dolore
Credevo d'impazzire
trafitto dal dolore.
Il caso e la ragione
mi soccorse,
su fogli dipinti...  leggi...

Non saprai mai
Non saprai mai padre
il mio destino,
figlio di tradite stelle
che falsamente illuminano il giorno
e che m'ispirano, oggi, a parlar di te,
ormai da lustri immobile nel tuo bianco sepolcro.

Non saprai mai padre
il dolore dei miei vent'anni...  leggi...

Come condanna, sulle mie dita
Come condanna, struggo le mie membra
alla ricerca di perduti istanti, d'emozioni.
E non v'è giorno, non v'è istante
che non ricordo,
nella rinnovata mia sorte,
che, come condanna,
son destinato a convivere
con la mia...  leggi...

Francesco Falconetti

Francesco Falconetti
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Zina non conosceva il colore del mare (29/05/2013)

La prima poesia pubblicata:
 
Porco cane (23/01/2013)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Memorie (14/05/2018)

Francesco Falconetti vi consiglia:
 ...e il nostro sguardo, oggi, non s'incontra ancora (05/12/2013)
 Il mio dolore (15/09/2013)
 Desiderio, sai? (12/09/2014)
 Vigevano bambina (09/09/2014)
 Al tramonto, tra le colline di Tissi (13/04/2015)

La poesia più letta:
 
Come spiga... in un fertile campo di grano (27/05/2013, 5623 letture)

Francesco Falconetti ha 7 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Francesco Falconetti!

Leggi i 165 commenti di Francesco Falconetti


Leggi i racconti di Francesco Falconetti

Le raccolte di poesie di Francesco Falconetti


Autore del giorno
 il giorno 14/05/2018
 il giorno 23/12/2016
 il giorno 17/12/2015
 il giorno 10/12/2014
 il giorno 03/12/2013

Francesco Falconetti
ti consiglia questi autori:
 carla vercelli
 Lia
Pietro Roversi
Amara

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Francesco Falconetti? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Francesco Falconetti in rete:
Invia un messaggio privato a Francesco Falconetti.


Francesco Falconetti pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Francesco Falconetti

Poesia del giorno del 14 Maggio 2018:

Zina non conosceva il colore del mare Impressioni
Zina non conosceva il colore del mare,
coi suoi quindici anni ed una valigia vuota
s'incamminava scalza lungo la polverosa strada di paese che portava al mare.
Nessun amico, nessun perdono,
quegli occhi azzurri d'un azzurro mare
sconfitti e spenti……leggi




Francesco Falconetti 29/05/2013 20:41| 7| 3643

La sua poesia più recente:

Memorie

Introspezione
Ed ora devo andare

- amore mio -

compagna di mille passioni sulle battigie del mai,
abbracci così puri nella notte,
sorrisi, carezze sul palmo della (tua) mano,

passeggiate immaginate in bicicletta, pioggia,
che scende lieve a celare……leggi

Francesco Falconetti 14/05/2018 08:57| 73 56

La sua prima poesia pubblicata:

Porco cane

Riflessioni
Porco cane era un cane bastardo
di madre ignota che si aggirava
per strada a fare, quotidianamente,
il proprio dovere di cane bastardo
di strada.
'PORCO CANE! ' gridava il passante
distratto che se lo ritrovava improvvisamente
innanzi di……leggi




Francesco Falconetti 23/01/2013 01:01| 3| 2577 2324

La sua poesia più letta:

Come spiga... in un fertile campo di grano

Impressioni
Come spighe
in un fertile campo di grano
oscillano armoniose e lievi,
cullate da un odoroso tiepido vento di Primavera,
sì vicine, eppur lontane,
ignare paion delle lor Sorelle.

Così,
cullate da un tiepido vento,
innocenti e……leggi

Francesco Falconetti 27/05/2013 18:16| 1| 5905 5627

La sua poesia più commentata:

Zina non conosceva il colore del mare Impressioni
Zina non conosceva il colore del mare,
coi suoi quindici anni ed una valigia vuota
s'incamminava scalza lungo la polverosa strada di paese che portava al mare.
Nessun amico, nessun perdono,
quegli occhi azzurri d'un azzurro mare
sconfitti e spenti……leggi




Francesco Falconetti 29/05/2013 20:41| 7| 3941 3643

Una proposta da leggere:

Il falco ed il cardellino

Impressioni
Quando voli cantando tra fiumi di margherite
io, che ho ali di cristallo, m’inarco in volo
e scendo giù in picchiata,
sorvolando gli argini,
falco dagli artigli feriti.

E mentre t’osservo
giudicare il rosso dei papaveri
e separare i pistilli……leggi

Francesco Falconetti 16/03/2018 23:42| 97 78

Amicizia
Quindi, sai
Tra nuvole e circostanze
Ali
Sai, amica
Ricordi quel giorno, Saul?
Al tramonto, tra le colline di Tissi
Amici
Comunque amici
Amore
Se questo mare (se questo amore)
Mentre t’osservo, l’oltre
Crepuscoli ed intenzioni apparenti
E l’amore c’appartiene, comunque (sempre)
Questo uomo, questa donna
Dissolvenze
Amore, perché?
Cromatismi in bianco e nero
E’ sera tra le immagini del nostro amore
S'abbia
Eravamo prede di meteore, a tre passi al di là del cielo
E poi...
Nell’eco biancastro dei nostri palpiti, assopiti
Luci e riverberi bruni
Sussurri
La neve dell’87
Quando ancora sapevamo volare
Le tue sopracciglia
L’apparente fissità del sole
Venne l’inverno
L’albero delle fragole
Desiderio, sai?
Mentre nel Sole schiamazzano rondinelle che (disattente) incominciano a volare
Il mio pianto d’amore salato
Pian piano si disidratano i colori del tempo
Ad asciugare le vostre lacrime al Sole
Mentre l'amore sbocciava, nel suo giardino
...e il nostro sguardo, oggi, non s'incontra ancora
In quella Panda color verde militare
L’ultima estate
Atomi d'amore su orbitali d'istanti
Ho un abbaglio o il computer ha il guinzaglio?
Come piccole bolle di sapone color arcobaleno
In lontananza, ingenua, t’avvicini
Occhi di gatto
Esercitazione d'Amore
Brevi
Battiti
Gli anni miei
Menti te
Prede e predatori
L'indifferenza del creato
Cronaca
Tu che ti fai chiamare uomo
A Milano
Ufficiale in seconda
Donne
Due lei
Rosso di candida seta era il suo vestito
Attendeva il crepuscolo, paralizzata dalle ombre
Pasteggiava il tè con Prevért accanto
Tra piccoli candidi fiori di primavera
Tra mossi capelli che lunghi t’accarezzano
Famiglia
Tra odori di melograno e canne di bambù
Il colore turchino dei suoi occhi
Fantasia
Respiri d'evanescenze
Piccola storia del perchè-perché
Pensando a...
Fiabe
L’attesa
C’era una volta una favola blu
Haiku
Quasi inverno
Impressioni
Il falco ed il cardellino
Padre, perché
Su di noi
Luna
Domani, ciao
Non vita
Settembre, a volte, regala fiori nuovi
Cumuli
Mentre le rose e i pettirossi ancora si sfiorano
(Il) Senza nome II
(Il) Senza nome
(mano nella mano)
Lui che
La sua arresa solitudine
Nel tuo universo imperfetto
Uragano
Epilogo
Scotomi scintillanti alla fermata del tram
Michelangelo
C'era una volta
Non conobbi mai
Mr. Parkinson
La suonatrice di violoncello
Lungo viali del mattino ancora illuminati dalla Luna
Zina non conosceva il colore del mare
Come spiga... in un fertile campo di grano
Giovane anima da Poesia rapito
Ali tese di gabbiani
Anime scagliate in cielo
Introspezione
Memorie
Sotto l’ombra dei gerani, d’inverno
Il mio dolore
Attendendo una nuova alba
Tra mute ispirazioni di ragionati istanti
Come condanna, sulle mie dita
E quante volte
Maschio grembo gorgogliante
Ma quando la finirai di comportarti come...?
Sull'onda
Qualcuno che risponda, please
Nessun lamento
Silenzio
Senza un perché
Orfano della notte
Ancora sereno è il cielo
Natura
Monte S. Angelo
Riflessioni
Mentre si fa sera
Come una preghiera
Ritorno ad Itaca
Caino io (modestamente)
Ipotesi
Qualche volta
Ma il cielo
Emivita
Il rumore dei giorni
Apparenze
Effimeri
Lucciole per lanterne
Poièsi
Il respiro dei luoghi
E’ un poema moderno il nostro stare distanti
Lineamenti
Talvolta
Vigevano bambina
E tuttavia
Immemorie
L’ultimo canto di stelle morenti
Spazi ricurvi d’inchiostro
Come non mai, cercando
Nell’inutile ricordo del lontano mai divenire
Tra cielo e terra
Io non ho paura
Ogni uomo che
Che dire? Che fare?
Sorseggiando attimi di silenzio
Nell'illusoria libertà
Ho fabbricato sogni all'ombra d'una foglia
Lutti sorridenti
Come foglie al vento
Non saprai mai
Come farfalla all’ombra d’una rosa
Inseparabilmente (broncodilatando il mio respiro)
Il lungo istante d’un addio
Quanto mi manca l’odore del silenzio
Rinascerò, Gabbiano in volo
Irreversibilmente
Insonnia
Reciprocamente, pur nel silenzio, m'immagino in lei par io
Porco cane
Satira
Rime bocciate: la sexi Brigitte
Sì sì, questa volta sono sicuro: me la pubblicano!
Rime bocciate: l'autista distratto
Al mio piede destro
Sociale
Il mendicante storpio
C'è chi nasce sbagliato
Uomini
Nulla è cambiato
Nelle cattedrali dogmatiche delle nostre convinzioni



Francesco Falconetti
 I suoi 5 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
L'ascensore (20/10/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Lo strano caso del poeta e dell’ingegnere (09/06/2015)

Il racconto più letto:
 
L'ascensore (20/10/2014, 987 letture)


 Le poesie di Francesco Falconetti



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it